Lo Spettacolo delle Montagne – Edizione 2020

 

Festival di Teatro e Accadimenti tra Cultura e Spettacolo

XXV  Edizione 5 luglio> 9 agosto 2020
Torino, Caprie (Celle), Chianocco, San Didero, San Giorio, Oulx, Condove (Mocchie), Viù (Bertesseno), Parco Orsiera Rocciavrè (Certosa di Montebenedetto e Coazze)
e
Baveno e Casale Corte Cerro (Verbano Cusio Ossola)

sito1

VENTICINQUE
Quando abbiamo progettato la venticinquesima edizione de Lo Spettacolo della Montagna, non  si sentiva ancora parlare di corona virus.
L’idea era quella di cogliere l’occasione dei 25 anni per spingere lo sguardo lontano e tutto intorno, come un alpinista sulla cima della vetta che ha conquistato.
Avevamo pensato, in questa speciale edizione, di incontrare le altre montagne di altre province piemontesi e di altre regioni. Avevamo pensato che fosse importante aprirci agli altri festival e  dedicarci a nuove collaborazioni. Ci piaceva l’idea di uscire dalla nostra zona di comfort per rimetterci in gioco e attivare un processo d’innovazione dopo 25 anni di (r)esistenza.
Lo spettacolo delle Montagne dunque, doveva essere un festival declinato al plurale, una manifestazione che si lasciava contaminare da nuove suggestioni.
Avremmo anche voluto riflettere sui venticinque anni trascorsi dalla prima edizione. Com’è cambiata la montagna alle soglie del terzo millennio? Quali sono state le trasformazioni? Chi sono i nuovi montanari?
Il confinamento non era previsto né prevedibile allora.
Poi è arrivato, inaspettato e rapido come un temporale in alta quota, il tempo dell’angoscia, del lutto, del confinamento e dell’attesa che il cielo cambiasse colore.
Ora, che l’alba ci ha portato un nuova luce, ci apprestiamo a riprendere il cammino con la consapevolezza che non abbiamo vissuto un tempo sospeso e che il passo indietro che abbiamo fatto per poter andare in scena comunque (dal vivo), anche in questo 2020 così difficile, ci ha permesso di riprendere con rinnovato slancio. Riprendiamo dunque il nostro progetto che, con il teatro, la musica, la danza, la letteratura, il nuovo circo e il cinema, racconta storie sui temi che oggi, ancor più di prima, desideriamo mettere al centro del nostro agire culturale: ambiente, memoria storica, impegno civile e la montagna, naturalmente.
E ci aspettiamo che il nostro pubblico e un nuovo pubblico ci sostengano in questo cammino.

Bobo Nigrone – Direttore Artistico del Festival

Domenica 5 LUGLIO 2020 – ORE 18.30
TORINO / PAV Parco Arte Vivente – V. G.Bruno 31
ONDA TEATRO / T.ùrbano
LOCKDOWN Io stavo a casa
Performance di Teatro Urbano

Prenotazione

progetto e regia a cura di Bobo Nigrone
coreografie Ester Fogliano
con Antonio Calianno, Giulia Miniati, Ester Fogliano, Andrea Puglisi, Francesca Savini, Marzia Scala, Giulia Rabozzi, Federico Gagliardi, Lara Quaglia e Alberto Barbi

10 personaggi racontano, ognuno a modo suo, il proprio lockdown.
Lentamente il puzzle prende forma e il ritratto che emerge accostando i diversi pezzi è il comune disagio per la mancanza improvvisa di “socialità”. Corpi e vite separate portano ad una crudele “mancanza”ma anche alla scoperta di una “nuova” solitudine che affranca da vecchie abitudini reiterate e permette di scoprire nuove dimensioni dentro e fuori di sé. Così gli spettatori vedono apparire un quadro nel quale possono riconoscere frammenti della propria esperienza in un momento stra-ordinario della propria vita.

Venerdì 10 LUGLIO 2020 – ORE 21.30
CASALE CORTE CERRO / Arzo
GIORGIA GOLDINI
LA FELICITÀ É UNO SCHIAFFO

Prenotazione: Biblioteca Casale Corte Cerro tel. 0323/691004 – Mercoledì e Sabato dalle 15.00 alle 18.00

di Giorgia Goldini e Stefano Dell’Accio
con Giorgia Goldini
luci Agostino Nardella
costumi Francesca Mitolo e teeshare
produzione Teatro della Caduta
Uno spettacolo sulla felicità, su quello che a volte ci rende felici, sulle piccole cose importanti che quando arrivano non sono mai come te le eri immaginate. Uno spettacolo che non dà risposte, ma che mette in scena dei tentativi, che fissa dei momenti, che propone delle visioni. Dieci istantanee da guardare con calma per cogliere i dettagli: il colore del gelato caduto al bambino sul lungomare di Rimini, il vestito della sposa sporco di erba e fango, il profumo di quella precisa marca di detersivo, i capelli dell’uomo giusto.
“Per me felicità è quando da piccolo ti bastava il lungomare di Rimini la sera, in vacanza le due centrali di agosto. Un filo di aria improvvisa ad asciugarti il sudore sul collo, il gelato al puffo e fior di latte in una mano, l’altra mano nella mano di tuo papà e la mamma di fianco a te pronta con i tovagliolini. Quando ti bastava questo per credere, che andava e sarebbe andato tutto bene, che eri dove dovevi essere, che non era necessario fare qualcosa di diverso per essere all’altezza, adeguato, corretto, migliore, il migliore, più bello, il più bravo”.

SABATO 11 LUGLIO 2020 – ORE 21.30
CAPRIE / Celle
ANFITEATRO
NELSON

Prenotazione

testo e regia Giuseppe Di Bello
con Marco Continanza
produzione “Progetto ConTatto – Trame riparative nelle comunità”.
sostenuto da Fondazione Cariplo – Programma: “Welfare in Azione”
Dov’è quell’angolo del nostro cervello o del nostro cuore dove nascono le idee “buone”? E’ davvero un mistero, soprattutto se si considera una vita come quella di Nelson Mandela, nato in una nazione oppressa dal razzismo, dalla violenza che questo ha generato e dal suo “evolversi” nel terribile regime che è stato l‘Apartheid. Attraverso il racconto torneranno alla memoria o si racconteranno i momenti salienti della vita di quest’uomo e dei mondi in cui ha vissuto. Nei due metri per due, per 27 anni, Mandela ha desiderato di costruirsi un aquilone e questo gli è stato sempre fisicamente negato, ma evidentemente nessuno dei suoi carcerieri è mai riuscito a impedire che lui lo costruisse con i colori del nuovo Sudafrica e lo facesse volare nella sua mente e nel suo cuore fino a diventare il simbolo del suo spirito libero.

In caso di pioggia il programma si svolgerà all’interno del Centro Polifunzionale

LUNEDì 13 LUGLIO 2020 – ORE 19.00
TORINO – Piazzale Olimpico MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA CAI TORINO
COMPAGNIA AREAREA
RUEDIS / ruote di confine short
a seguire Enrico Camanni dialoga con Marta Bevilacqua

Prenotazione

coreografia e danza Marta Bevilacqua
elementi di scena e cicloscenografia Belinda De Vito
Ruedis_ruote di confine è uno spettacolo articolato in quattro scene collocate in diversi spazi. Su telai dei primi del Novecento e incalzati da musiche d’ispirazione futurista, Marta Bevilacqua cii regala un estratto dello spettacolo ideato appositamente per il festival. Esaltazione, patriottismo e gloria hanno travolto milioni di essere umani. Arearea ricerca, in quel frastuono, l’affermazione della vita, la bellezza dell’incontro con l’altro, la pace.
a seguire
Enrico Camanni dialoga con Marta Bevilacqua:
Montagne, Confini e Conflitto

SABATO 18 LUGLIO 2020 – ORE 21.30
CHIANOCCO / Casaforte
A.C. MODERNE OFFICINE VALSUSA | FABULA RASA
DUE GOCCE NELLA POLVERE

Prenotazione

DUE GOCCE NELLA POLVERE
con Alassane Condo

regia di Beppe Gromi
Com’è ricca d’esperienze la giovane vita che Alassan racconta con lo sguardo, la voce e il corpo inmovimento, la danza. In scena un attore ed un pallone, quello dei giochi d’infanzia, delle infinite partite tra ragazzini, dei sogni di una vita da campione che si trasforma via via nel mondo dalle inaspettate strade d’ombre e di luce. Il viaggio verso l’ignoto inizia grazie ad un camionista che lo raccoglie e porta al confine, lo consiglia e aiuta. Seguiranno altri confini evocati in un crescendo denso di immagini, suoni e silenzi, perché non di tutto si può dire, nel profondo resta “qualcosa che non trova pace neanche quando rido”, fino all’approdo a Siracusa e l’arrivo in Piemonte. Una nuova lingua da imparare, una nuova casa, il Teatro, con la cassetta degli attrezzi dell’attore e tanto studio e presenza, passione, prove e prove. Per riconoscersi attraverso nuove parole, per comunicare e testimoniare la resilienza.

Domenica 19 LUGLIO 2020 – ORE 16.30
PARCO ORSIERA ROCCIAVRÈ – Certosa di Montebenedetto (VILLAR FOCCHIARDO)
evento per famiglie, bambini e ragazzi dai 6 anni
ONDA TEATRO
VOCI DAL SOTTOBOSCO

Prenotazione

con Bobo Nigrone e Francesca Rizzotti
musica dal vivo Elisa Fighera
Voci dal sottobosco, è un progetto di produzione che cerca nella natura altri spazi scenici possibili, per un teatro che si nutre anche della complicità di un bosco o di un ruscello e dei loro ‘effetti speciali’ per raccontare storie. Nei boschi o sugli alpeggi, lungo un torrente o ai piedi di una vetta, traendo spunto dalle leggende o dalle storie di autori che hanno raccontato la natura e la montagna, utilizzando le parole, la musica e il movimento, in armonia con le luci, i colori, i ‘movimenti’ e i suoni naturali, Voci dal Sottobosco ricerca di una ‘riconciliazione’ possibile tra l’uomo e quei tesori di inestimabile valore.
In caso di pioggia lo spettacolo si svolgerà presso l’interno della Certosa

Venerdì 24 LUGLIO 2020 – ORE 21.30
SAN GIORIO / Borgata Adrit
LORENZA ZAMBON / CASA  DEGLI ALFIERI
SEMI DI FUTURO Terza lezione per giardinieri planetari

Prenotazione

di e con Lorenza  Zambon
La terra, le piante, i semi non cessano di riservarmi sorprese, mi portano ogni giorno di più su strade nuove, in cui il mio sguardo e il mio passo continuano a cambiare. Vorrei accompagnarvi, farvi vedere l’imboccatura di certi sentieri… vedrete, portano in un mondo di meraviglia. In cui si narra di semi che sono come piccole astronavi e che viaggiano nel tempo, di erbacce che ricuciono gli strappi nella rete della vita, di fiori delle bombe, di metropoli del futuro, dell’esplosione degli orti di città, delle verdure che colonizzano i balconi, del dilagare del guerrilla gardening… Della semina di nuovi paesaggi. E si diffondono gli insegnamenti di maestri giardinieri insospettabili, piccoli giardinieri planetari privi di potere, pieni di potenza … come quella giovane americana che ha creato una fattoria sotto a un grattacielo o quella grande donna indiana che lotta per i semi del futuro… E ancora si forniscono istruzioni per costruire un orto metropolitano da passeggio per farsi complici di liberi semi.

Sabato 25 LUGLIO 2020 – ORE 21.30
CASALE CORTE CERRO / CORTILE SCUOLA MEDIA
LINDA COTTINO / ONDA TEATRO
ALPINISTE, PARETI, IMPRESE – Conferenza  spettacolo

Prenotazione: Biblioteca Casale Corte Cerro tel. 0323/691004 – Mercoledì e Sabato dalle 15.00 alle 18.00

di e con Linda Cottino e Silvia Elena Montagnini
Da sempre le donne vanno in montagna. Ci lavorano, la vivono. La prima a calcare la cima del Monte Bianco fece passare appena 22 anni dalla conquista degli uomini. Un incontro con le pioniere dell’Ottocento e le scalatrici del primo Novecento – che ci calano in atmosfere lontane, ma ricche di entusiasmo e di energia per i nuovi orizzonti da scoprire – fino ad arrivare alle forti alpiniste degli ultimi anni. I racconti, i resoconti, le poesie che ci accompagnano in questa esaltante avventura sono di donne vissute in epoche molto diverse tra loro, dalla nobildonna ginevrina Henriette d’Angeville a Ninì Pietrasanta; da Silvia Metzeltin a Loulou Boulaz, da Wanda Rutkiewitcz alle alpiniste russe, da Catherine Destivelle a Chantal Mauduit.

A seguire presentazione del libro di Linda Cottino
NINA DEVI TORNARE AL VISO
Storia di Alessandra Boarelli, la prima sul Monviso

Venerdì 31 LUGLIO 2020 – ORE 21.30
VIÙ – BERTESSENO
ONDA TEATRO
PARADIS

Prenotazione

 di Mariapaola Pierini e Bobo Nigrone, con Mariapaola Pierini, regia Bobo Nigrone
Lo spettacolo si ispira alla vicenda assai singolare di Henriette D’Angerville, nobildonna francese nata negli anni del Terrore, che a metà dell’ottocento fece parlare di sé e divenne celebre grazie alla più rischiosa tra le sue numerose imprese alpinistiche, l’ascensione del Monte Bianco. Lo spettacolo, una sorta di monologo danzato, racconta le tappe dell’impresa di Henriette: i preparativi, gli ostacoli, la fatica, l’arrivo sulla vetta. Danza, parole e musica per evocare la montagna con il suo incanto, i suoi rischi, i suoi fantasmi, la sua bellezza e il suo silenzio.

EVENTO SPECIALE PER I 25 ANNI

Sabato 1 AGOSTO 2020 – ORE 21.30
SAN DIDERO – CASAFORTE
GIUSEPPE CEDERNA
LA CORTESIA DEI NON VEDENTI

Prenotazione

h 21.30 SPETTACOLO 
con Giuseppe Cederna
“Cosa succede nelle nostre vite, cosa deve succedere, perché qualcosa di quello che viviamo – un incontro, un libro, un viaggio, uno spettacolo – ci tocchi così profondamente da lasciare un’impronta e diventare parte di noi?” Con questa domanda era cominciato il mio incontro con 480 studenti, in un bel teatro dell’Emilia Romagna. La domanda li aveva sorpresi. Si aspettavano una lezione sulla prima guerra mondiale a teatro non un viaggio intorno al mondo e alla vita. Dalle rive dell’Isonzo di Giuseppe Ungaretti, alle sorgenti del Gange fino alle coste e alle isole del Mediterraneo. Avventure, naufragi, derive e illuminazioni. Di acqua in acqua, di racconto in racconto, l’incontro si è trasformato in un’esperienza collettiva e profonda di condivisione e ascolto. La cortesia dei non vedenti è la storia di un piccolo miracolo di partecipazione teatrale.

DOMENICA 2 AGOSTO 2020 – ORE 16.30 Parco Comunale (COAZZE)
PARCO ORSIERA ROCCIAVRÈ
Evento per famiglie, bambini e ragazzi dai 6 anni
ONDA TEATRO
IO ERO IL LUPO E TU L’AGNELLO

Prenotazione

con Francesca Rizzotti e Claudia Appiano
Le fiabe, con la loro morale universale, sin dall’antica Grecia accompagnano la cultura occidentale. Spesso sono gli animali i protagonisti, stereotipi del bene e del male, rappresentano in realtà vizi e virtù umane, rimasti intatti nei secoli. Il lupo e l’agnello, tra le più famose fiabe di Esopo, riscritta da molti autori, è una di queste, ma non solo, molti altri animali ci accompagneranno nella narrazione, con le loro storie per far riflettere i più grandi e far nascere sorrisi e domande tra i più piccoli.
In caso di pioggia lo spettacolo si svolgerà presso l’Ecomuseo di Coazze

MERCOLEDì 5 AGOSTO 2020 – ORE 21.30
BAVENO -PIAZZA DELLA CHIESA
NANI ROSSI
CAFFÉ DOPPIO

Prenotazione: Ufficio Turismo e Cultura tel. 0323/924632 – email info@bavenoturismo – whatsapp 3457936361 – tutti i giorni ore 9/12.30 e 15/18

di e con Matteo Mazzei e Elena Fresch
Siete tutti invitati all’inaugurazione del Caffè Doppio, dai suoi due camerieri dal piglio energico e dispettoso a gustare i loro cocktail ed i piatti preparati con un mix di circo tradizionale e comicità disarmante. Caffè doppio è la cucina dei vostri segreti, uno spazio in cui tutto è possibile, e si realizzerà davanti ai vostri occhi con una semplicità spiazzante. Due folletti saranno complici di ricette improbabili, bevande e cocktail improponibili che magicamente si trasformeranno in piatti quasi appetitosi. Le principali tecniche impiegate sono il mano a mano e la giocoleria. Nello spettacolo anche lo sguardo alla composizione delle scene è “doppio”: un grande slancio nel creare novità nel rispetto e nello studio della tradizione dei clown e degli acrobati.

Giovedì 6 AGOSTO 2020 – ORE 21.30
OULX – PIAZZA MISTRAL
PAOLA LOMBARDO E PAOLA TORSI
CONCERT JOUET

Prenotazione

Paola Lombardo – voce / Paola Torsi – violoncello
L’approssimarsi diventa la regola, l’arrangiarsi l’assoluta normalità, ma d’altronde quando ci si sente pronti per un‘esibizione? Concert jouet è uno spettacolo teatrale e musicale  bislacco che unisce musica, fisicità, e comicità in un equilibrio costantemente in pericolo. Selezionato al ToFringe  del 2017, ha vinto nel gennaio 2018 il premio del pubblico del Teatro de L’inutile di Padova, premio sovvenzionato dalla Cassa di Risparmio del Veneto.

DOMENICA 9 AGOSTO 2020 – ORE 18.00
CONDOVE – MOCCHIE
BORGATA IN FESTA
EVENTO DI CHIUSURA DELLA XXV EDIZIONE

Prenotazione

ONDA TEATRO
TERRACT (COMPAGNIA IL MELARANCIO SOCIAL AND COMMUNITY THEATRE CENTRE | COREP)
COMPAGNIA FRATELLI OCHNER
ARTEMAKIA
Parole, suoni e movimento per celebrare la Borgata che ha visto nascere il Festival nel 1996. Dopo 25 anni dalla prima edizione de Lo Spettacolo della Montagna una festa celebra l’anniversario insieme a bambini, ragazzi e famiglie in compagnia della Donna con la Gerla, la statua di bronzo simbolo della cultura alpina.
Durante la giornata, esposizione dei prodotti locali della montagna Condovese

***

Ingresso libero, prenotazione obbligatoria

Informazioni e prenotazioni: sul sito // email info@ondateatro.it // telefono +39 349/3714294 dal lunedì al venerdì ore 15.00 – 18.00 e nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio degli eventi

a cura di Onda teatro
direzione artistica Bobo Nigrone

con il contributo di
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Regione Piemonte
Fondazione CRT
Città di Torino TAP
Comune di Caprie
Comune di Chianocco

Comune di San Didero
Comune di San Giorio
Comune di Oulx
Comune di Condove

Comune di Viù
Comune di Baveno
Comune di Casale Corte Cerro
Ente di Gestione dei Parchi delle Alpi Cozie

con il sostegno di
SMAT S.p.a.

con il patrocinio di
Consiglio Regionale del Piemonte

Unione Montana Valle Susa 

in collaborazione con
PAV Parco Arte Vivente
Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” – CAI – Torino

TERRACT (Melarancio – Social Community Theatre)
Asd NAD