LO SPETTACOLO DELLA MONTAGNA

LO SPETTACOLO DELLE MONTAGNE

XXVI  Edizione >> 27 giugno >> 14 agosto 2021

Torino (Museomontagna e PAV), Almese (Arboreto Didattico Pian dei Listelli), Bruzolo (i Bigiardi), Caprie (Celle, Rifugio Rocca Sella e Novaretto), Chianocco (Casaforte), San Didero (Casaforte), Bussoleno (Pian Cervetto), San Giorio (Borgata Adrit), Condove (Mercato coperto e Mocchie), Viù (Bertesseno), Parco Orsiera Rocciavrè (Certosa di Montebenedetto e Parco Coazze)

e 

Baveno e Casale Corte Cerro (Verbano Cusio Ossola)

VENTI 6

 

Lo spettacolo della Montagna è una tradizione per il territorio della Valle di Susa. Dall’edizione 2020, l’iniziativa che da 25 anni raggiunge e coinvolge il pubblico dei comuni e delle borgate montane, si rinnova e si declina al plurale e anche nel 2021 guarda alle montagne del Piemonte con lo spirito di favorire l’incontro di pubblici diversi e lo scambio culturale.
Lo scopo è quello di offrire un progetto di rilevante interesse artistico in territori montani. Un calendario di eventi teatrali e non solo, programmati nei siti d’arte, nei parchi naturalistici, nei cortili delle Caseforti, nelle piazze dei centri storici e in luoghi spesso poco
conosciuti dagli stessi valligiani, che valorizza la bellezza della montagna.
Il festival ha da sempre una vocazione itinerante, traccia un percorso che va da Torino alla Valle di Susa, dalla Valle di Viù al Cusio Mottarone, collaborando con altri festival e istituzioni.
La cultura si muove e si sposta per incontrare il pubblico e coinvolgerlo con appuntamenti progettati con attenzione e cura. La cura indispensabile in questo tempo di pandemia per riprendere la fiducia nei luoghi di incontro e di socialità.
Negli anni il festival ha contribuito alla riscoperta di borgate montane abbandonate come Borgata Mocchie, Borgata Achit, Borgata Adrit o Borgata Argiassera, luoghi che sono stati animati dagli eventi di spettacolo e che sono tornati così protagonisti della vita della comunità. Quest’anno si aggiungeranno Borgata Bigiardi, Pian Cervetto e Novaretto.
Lo Spettacolo della Montagna 2021 oltre a dedicare una particolare attenzione al concetto di cultura come cura – trattare le comunità/persone con attenzione e con riguardo attraverso l’arte e il teatro, per favorire l’incontro, l’inclusione, l’apertura alle collaborazioni, ponendo al centro del dialogo i giovani, le famiglie e le fasce più deboli – dedicherà alcuni appuntamenti all’idea del desiderio del viaggio come metafora di un futuro migliore rispetto al tempo in cui viviamo.
Un altro filo sottile unisce figure femminili di epoche diverse che il festival racconta all’interno di alcuni eventi della programmazione: dalla contessa Adelaide a Berta Caceres, ambientalista e attivista honduregna, assassinata per le sue idee.

Di grande rilievo in questa edizione del festival la creazione di produzioni site specific: la performance Lockdown Suite al PAV di Torino a cura di Onda Teatro, lo spettacolo di Giuseppe Cederna ad Almese, l’evento realizzato alla Casaforte di Chianocco con ASD NAD e Fabula Rasa.
Come sempre, il pubblico vivrà un’esperienza inedita e coinvolgente: la scoperta del luogo, l’evento a cui assiste, il momento conviviale che precede o segue gli spettacoli. Un incontro che valica la visione di un evento dal vivo per trasformarsi in un’occasione e riflessione sui grandi temi che ci coinvolgono: l’ambiente e la montagna, la memoria storica e l’impegno civile, la “cura” e il viaggio…

Il Direttore artistico
Bobo Nigrone

 

RESIDENZA CREATIVA IN FESTIVAL

Il festival Lo Spettacolo della Montagna introduce in occasione della XXVI edizione il bando di sostegno alla produzione di giovani compagnie che hanno sede nel territorio del Nord Ovest (Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta). L’obiettivo del bando è di sostenere la creatività e professionalità di giovani compagnie offrendo spazi di residenza e visibilità.

A CHI SI RIVOLGE IL BANDO E COSA OFFRE

Il bando si rivolge ad artisti esordienti, compagnie di recente formazione o impegnate in nuovi percorsi di ricerca che utilizzino il linguaggio teatrale per esplorare i temi cari al festival: montagna, ambiente e tutela del territorio, impegno civile.

Sono stati candidati al bando solo progetti nuovi, che non abbiano ancora debuttato o che siano stati presentati solo sotto forma di studio (sarà obbligatorio in questo caso indicare data e luogo della presentazione dello studio).

La direzione artistica del Festival ha selezionato un progetto, tra quelli pervenuti, che accede alla fase di Residenza nel mese di luglio (dal 26 al 31 luglio 2021) a Viù (TO) località Bertesseno.

La compagnia sarà in residenza per una settimana, per progettare e realizzare la presentazione dello studio di 20 minuti nell’ambito del cartellone del festival Lo Spettacolo della Montagna sabato 31 luglio 2021. Lo studio dovrà essere allestito all’aperto, nello spazio pubblico di Bertesseno, borgata montana che ospiterà la compagnia.

PROGRAMMA


>> EVENTI SPECIALI <<

PODCAST SEDUTI SCOMODI

Performance audio site-specific a cura di Onda Teatro

 

Storie e Leggende intorno ai luoghi scaricabili prima della gita, fruibili da famiglie nella libertà di un pomeriggio fuori porta. Storie sulla Certosa con cenni storici ed indicazioni per un percorso, leggende di fate folletti e maghi del Parco Orsiera Rocciavrè, un modo diverso per affrontare un pomeriggio immersi nella natura nella libertà di poter scegliere il momento in cui la performance artistica e la propria camminata coincidono, per creare un momento organico tra natura, arte ed esperienza personale.

LUOGHI DA ESPLORARE: Certosa di Monte Benedetto, Parco Orsiera Rocciavrè

PODCAST SEDUTI COMODI

Un podcast a puntate da ascoltare dopo la gita, in auto durante il ritorno verso casa, oppure se la gita è saltata per via del maltempo

 

IL CALABRONE NON LO SA

C’è una calabrona, Simona. Una calabrona che prima volava, come tutti gli altri suoi compagni, ma che adesso non vola più. I suoi compagni calabroni le han detto che è troppo grossa per volare, che è illogico che voli. Così un giorno, al risveglio, non è più riuscita a spiccare il volo. Comincia quindi il suo viaggio iniziatico verso la riscoperta della sua vera natura.

Versione podcast del nuovo progetto produttivo di Onda Teatro

ESTRATTI DELLA CINETECA STORICA DEL MUSEO MONTAGNA


a cura di Marco Ribetti

Estratto dal film DER BLITZ. INFERNO AM MONT BLANC
di Lothar Brandler (1975)

online fino al 14 agosto sulla pagina Facebook/onda.teatro


>> IL FESTIVAL SEGNALA <<

 

TERRA NAD Porte aperte

venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 giugno
Borgata Combette 4, Chianocco

Danza, yoga, teatro, atti creativi, visione sistemica

Per informazioni:
www.compagnianad.it
facebook.com/CompagniaNad


>> PROGRAMMA SPETTACOLI <<

TORINO – PAV PARCO ARTE VIVENTE evento site specific

domenica 27 giugno 2021 >> ore 19.00 POSTI ESAURITI

ONDA TEATRO/T.ÙRBANO

Lockdown Suite
Performance di Teatro Urbano

progetto e regia a cura di Bobo Nigrone

con: Marta Barattia, Alberto Barbi, Antonio Calianno, Stefano Dell’Accio, Ester Fogliano, Giulia Miniati, Lara Quaglia, Giulia Rabozzi, Francesca Rizzotti e Francesca Savini 

musiche dal vivo: Matteo Castellan

aiuto regia e riprese video: Silvia Elena Montagnini

 

La performance è la terza tappa di un progetto nato nel 2019 da un laboratorio di formazione e produzione con giovani attori e attrici che, nel corso degli anni, ha elaborato una modalità di scrittura propria, con una drammaturgia realizzata per composizione e una scrittura scenica nata dall’improvvisazione individuale e collettiva. Il linguaggio è quello della narrazione corale e della danza. 

Lockdown Suite riprende la performance del 2020. La mancanza di una prospettiva “sicura” per una via d’uscita dalla pandemia, spinge i protagonisti a presentare la propria situazione, le motivazioni e gli interessi della propria categoria, come lavoratori, fascia sociale o generazione.

Qualcuno lamenta le proprie privazioni, la mancanza di una tutela di fronte alla tragedia in corso e il bisogno di delineare un futuro, una via d’uscita.

Qualcun altro sopravvive inventando storie e immagini della quarantena.

 

Si ringrazia il negozio Anni di carta – Cartoleria e Collezionismo


TORINO – MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA CAI TORINO

Monte dei Cappuccini e Piazzale Olimpico

lunedì 28 giugno 2021 >> ore 21.00  

MARCO ALBINO FERRARI

Freney ‘61. Sessanta anni dopo
un racconto in forma di monologo

Frêney 1961
A sessant’anni dalla tragedia di Bonatti e compagni sul Monte Bianco

Luglio 1961: sette dei più forti alpinisti sono impegnati sul Pilone Centrale del Frêney, l’ultimo grande “problema delle Alpi”. Da giorni gli italiani guidati da Walter Bonatti e i francesi da Pierre Mazeaud si trovano in alto, sulla parete. Lampi, vento, neve bloccano la salita. E quando si tenterà una discesa disperata sarà troppo tardi. Un dramma nazionale, da copertina, che ha lasciato sgomenta l’Italia del Boom.

>> PROGRAMMA ONLINE

Estratti dalla Cineteca Storica Museo Montagna

a cura di Marco Ribetti

Estratto dal film DER BLITZ. INFERNO AM MONT BLANC di Lothar Brandler (1975)


CASALE CORTE CERRO – Arzo

venerdì 2 luglio 2021 >> orario anticipato alle ore 19.00 ore 21.30

GIORGIA GOLDINI

La felicità è uno schiaffo

Monologo comico poetico

Di: Giorgia Goldini e Stefano Dell’Accio

Con: Giorgia Goldini

Luci: Agostino Nardella

Costumi: Francesca Mitolo e teeshare

Produzione Teatro della Caduta

 

Uno spettacolo sulla felicità, su quello che a volte ci rende felici, sulle piccole cose importanti che quando arrivano non sono mai come te le eri immaginate. Uno spettacolo che non dà risposte, ma che mette in scena dei tentativi, che fissa dei momenti, che propone delle visioni. Dieci istantanee da guardare con calma per cogliere i dettagli: il colore del gelato caduto al bambino sul lungomare di Rimini, il vestito della sposa sporco di erba e fango, il profumo di quella precisa marca di detersivo, i capelli dell’uomo giusto.

“Per me felicità è quando da piccolo ti bastava il lungomare di Rimini la sera, in vacanza le due centrali di agosto. Un filo di aria improvvisa ad asciugarti il sudore sul collo, il gelato al puffo e fior di latte in una mano, l’altra mano nella mano di tuo papà e la mamma di fianco a te pronta con i tovagliolini. Quando ti bastava questo per credere, che andava e sarebbe andato tutto bene, che eri dove dovevi essere, che non era necessario fare qualcosa di diverso per essere all’altezza, adeguato, corretto, migliore, il migliore, più bello, il più bravo”.

In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso il Centro Culturale “Il Cerro” – Ramate


CAPRIE – Celle

sabato 3 luglio 2021 >> ore 21.30

ASSOCIAZIONE CULTURALE BABA JAGA

Cara Virginia

Di e con: Chiara Tessiore

Regia: Annapaola Bardeloni

Idea, ricerca storica, supporto alla drammaturgia: Ambra D’Amico

PROGETTO VINCITORE del bando “Casa con vista Fringe”

Lo spettacolo nasce dalla necessità di riportare l’attenzione su un pezzo di storia rimossa dentro alla quale continuiamo ad essere immersi. A più di ottant’anni dall’emanazione delle leggi razziali, dall’uso dei gas e delle stragi sistematiche, durante la conquista dell’Etiopia, ancora aleggia un alone giustificatorio: il mito degli “italiani, brava gente!”, dei colonizzatori buoni che costruiscono scuole, strade, ospedali, che portano civiltà in una terra barbara. Chiara Tessiore racconta un’enorme paura, l’inconscio terrore di perdersi, di farsi travolgere, di non riconoscersi più se si fuoriesce dalla propria visione del mondo…

 

>> in apertura MONTAGNE DI GUSTO

Merenda sinoira a cura del Rifugio Rocca Sella

Prenotazione obbligatoria dalle ore 19.00 presso il Rifugio Rocca Sella al n. 3409597234

 


CHIANOCCO – Casaforte

venerdì 9 luglio >> ore 21.30 POSTI ESAURITI

ASD NAD-FABULA RASA

Nora

di persone e sentieri dimenticati

 

da un’idea di Antonella Usai

laboratorio di formazione e creazione diretto da Antonella Usai e Beppe Gromi

coordinamento artistico a cura di Onda Teatro

musiche dal vivo di Giuseppe Sanna e Roberto Dicosta

con Laura Matteucci, Loredana Fanzola, Sabrina Contiero, Anna Carlucci, Isabella Marangon, Katia Bolognesi, Francesca Zitti, Andrew Detroit, Alassane Conde, Samuele Fuso, Alice Cremonini, Beatrice Berzolla, Carolina Senor, Lucrezia Malacarne

Abbandona le grandi strade, prendi i sentieri.”  Pitagora

 

Due gruppi di attori e attrici affiancati da cittadini di diverse fasce d’età della Valle di Susa intraprendono un percorso di creazione teatrale collettiva sui temi della memoria e del presente attraverso le testimonianze di uomini, donne e luoghi dimenticati.

L’incontro dei due gruppi nella tappa finale dell’esperienza dà vita alla performance.

 

La drammaturgia realizzata per composizione e la scrittura scenica nascono dall’improvvisazione individuale e collettiva. Il linguaggio è quello del racconto corale, del canto e della danza. Il teatro si mette al servizio della narrazione dei territori, trasformando i racconti, le storie e il vissuto in un evento performativo che coinvolge la comunità.

 


ALMESE – Arboreto Didattico Pian dei Listelli evento site specific

sabato 10 luglio >> ore 18.00 POSTI ESAURITI

GIUSEPPE CEDERNA

Storie di uomini e di eroi

Di e con: Giuseppe Cederna

IMPORTANTE
Per assistere comodamente allo spettacolo è necessario portare un cuscino, una coperta o un plaid.
L’area è raggiungibile a piedi, partendo dal parcheggio Pera Pluc di Rivera di Almese e percorrendo circa 700 m lungo la pista tagliafuoco.

PRENOTAZIONE

L’inno alla terra di Walt Whitman, le battaglie ambientali di Antonio Cederna e il viaggio di Ulisse, migrante mediterraneo. Tre storie. Le stesse passioni che raccontano il nostro mondo.

Giuseppe Cederna legge e racconta l’Odissea di Omero (canto V-VIII): la tempesta, il naufragio e l’approdo nell’isola dei Feaci. Dall’isola della ninfa Calipso all’incontro con la giovane Nausicaa. La dichiarazione d’amore più bella del mondo. La cetra di Demodoco e le lacrime degli eroi. Una riflessione sull’accoglienza antica dello straniero.

 

“E se un Dio mi fa naufragare sul mare scuro come vino, saprò sopportare, perché ho

un animo paziente nel petto: sventure ne ho tante patite e tante sofferte

tra le onde ed in guerra: sia con esse anche questa.”

“La violenza contro il territorio e le sue risorse non è che una forma della più generale

violenza contro uomini e cose che imbarbarisce il mondo.

Ogni angolo del territorio è prezioso e insostituibile”.

Antonio Cederna

 

“Le parole, quelle giuste, quelle vere hanno lo stesso potere delle azioni”.

Raymond Carver

 


BRUZOLO – Borgata i Bigiardi

domenica 11 luglio >> ore 17.00

ONDA TEATRO / PAV / FONDAZIONE VERA NOCENTINI

Donne resilienti

A cura di 

Marcella Filippa: Direttore scientifico Fondazione Vera Nocentini

Orietta Brombin: Curatrice attività educative e formative del PAV

Letture sceniche a cura di Francesca Rizzotti 

in collaborazione con Valsusa dal vivo 

 

 

 

“L’esercito possiede una lista di 18 difensori dei diritti umani da uccidere ed il mio è il primo nome. Io voglio vivere perché ci sono ancora tante cose che desidero fare ma non ho mai pensato di smettere di combattere per il mio territorio e per una vita dignitosa anche perché la nostra battaglia è legittima. Mi vogliono morta, e alla fine ci riusciranno” Berta Caceres

 

Donne resilienti, donne artiste, donne stra-ordinarie raccontate con letture, installazioni, video e testimonianze.

 


CAPRIE/NOVARETTO – Pera Rionda evento site specific

Venerdì 16 luglio 2021 >> ore 18.30 POSTI ESAURITI

ONDA TEATRO

Calici diVini

Con: Francesca Rizzotti, Massimo Deodato e Giulia Miniati

Coordinamento artistico: Francesca Rizzotti

Musiche dal vivo: Laura Culver

 

Merenda sinoira € 10,00

PRENOTAZIONE

Da sempre, il vino ha ispirato poeti e scrittori di ogni epoca. Tra le innumerevoli opere letterarie e poesie di ogni tempo, la serata segue il filo rosso tracciato da alcuni importanti autori francesi che hanno dedicato al frutto di Bacco, pagine memorabili. Le letture sceniche si alternano con la musica e con la degustazione di alcuni dei più importanti vini d.o.c. della Valle di Susa.

>> Durante la performance: MONTAGNE DI GUSTO

Merenda sinoira con vini selezionati da G. Bosio, viticoltore in Valle di Susa
Catering a cura di Sapori di Gea Gastronomia Bussoleno
Prenotazione obbligatoria al n. 3493714294

 


CONDOVE – Mercato Coperto

sabato 17 luglio 2021 >> ore 21.30

ONDA TEATRO / VALSUSA FILMFEST

Cineteatro: cinema e lavoro

a cura di Mariapaola Pierini

in collaborazione con VALSUSA FILMFEST

interventi teatrali di Silvia Elena Montagnini

 

Un percorso attraverso la storia del cinema e la letteratura per parlare di lavoro. Dalla Wertmuller a Dino Risi, da Charlie Chaplin a Paolo Villaggio. Tra gli altri verranno introdotti alcuni frammenti da “Memoria e memorie della Monce”, video contenente le 49 interviste integrali realizzate da Luigi Cantore in preparazione del docufilm.

 

IL FESTIVAL SEGNALA

Giovedì 5 agosto 2021 >> ore 21.30

VALSUSA FILMFEST

Memoria e memorie della Monce

Memoria e memorie della Monce contiene le 49 interviste integrali realizzate in preparazione del docufilm di Luigi Cantore, prodotto dal Valsusa Filmfest, Noi siamo i figli della Monce, presentato nello scorso mese di luglio presso lo stabilimento Magnetto Wheels di Condove (ex Officine Moncenisio) e proiettato successivamente in numerosi comuni della Valle di Susa. Un’occasione per ascoltare e rivivere attraverso la voce dei vecchi dipendenti e dei loro figli e nipoti, la storia e le storie di una fabbrica e della sua epopea durante i suoi 70 anni di vita.

Per informazioni e prenotazioni www.valsusafilmfest.it


CASALE CORTE CERRO – Cortile del “Cerro” – Ramate

venerdì 23 luglio 2021 >> ore 21.30

PAOLA LOMBARDO E PAOLA TORSI

Concert jouet

Paola Lombardo – voce

Paola Torsi – violoncello

Luisella Tamietto – regia

Nicola Muntoni – consulenza artistica e scenica

 

L’approssimarsi diventa la regola, l’arrangiarsi l’assoluta normalità, ma d’altronde quando ci si sente pronti per un‘esibizione? Concert jouet è uno spettacolo teatrale e musicale bislacco che unisce musica, fisicità e comicità in un equilibrio costantemente in pericolo. Selezionato al ToFringe del 2017, ha vinto nel gennaio 2018 il premio del pubblico del Teatro de L’inutile di Padova, premio sovvenzionato dalla Cassa di Risparmio del Veneto.

In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso il Centro Culturale “Il Cerro” – Ramate


SAN GIORIO – Borgata Adrit

sabato 24 luglio 2021 >> ore 21.30

ANFITEATRO

Con la luna sulle spalle

Storia di spalloni, bricolle, canarini, foglie di Lugano, ossa di morti e altro ancora

 

testo e regia: Giuseppe Di Bello

con: Marco Continanza e Gian Battista Galli

musiche dal vivo: Gian Battista Galli (Sulutumana)

 

“Con la luna sulle spalle” è uno spettacolo emozionante che prende spunto dalla storia del contrabbando e più precisamente da quel contrabbando necessario, ricordato come “romantico” che va dal periodo del sale a quello del riso, ovvero dai primi anni dell’ottocento all’immediato secondo dopoguerra.

A dare vita allo spettacolo sono due fratelli, Cecco Leone il narratore e Battista Leone alla seconda voce, musiche e canto; attraverso la storia della loro famiglia (particolarmente centrata sulla figura del loro nonno Bartolomeo Leone, una sorta di aedo da osteria) ci consentiranno di intravedere una linea rossa che attraversa la grande storia e come quest’ultima finisca inevitabilmente e curiosamente per attraversare gli stessi sentieri dei contrabbandieri.

Gente forte e resistente questa, che ha scritto sulle pietre dei sentieri una storia ancora troppo poco raccontata, fatta di coraggio, di bricolle di 40 chili di riso e sale, di ore e ore di cammino in certi posti da paura, di tela sacco al posto delle scarpe, di neve e inverno, di fughe dalle guardie di “qua” e da quelle di “là”, e poi ancora di cadute, di valanghe, di fucilate … per dar da mangiare ai propri figli.

 


Parco Orsiera Rocciavrè – VILLARFOCCHIARDO – Certosa di Montebenedetto, itinerario a piedi

Per famiglie, bambini e ragazzi dai 6 anni – evento site specific

domenica 25 luglio 2021 >> ore 16.30

COMPAGNI DI VIAGGIO

Voci nel bosco

scritto e diretto da Riccardo Gili

con Carlo Cusanno e Marzia Scala

 

Un giovane cinghiale deve affrontare una difficile prova per diventare finalmente un adulto. Arrivato il giorno fatidico i suoi tentativi falliscono miseramente.

La sua compagna di giochi, una femmina di tasso, prova ad aiutarlo, ma viene allontanata bruscamente.

Oltretutto un nutrito gruppo di esseri umani, coinvolto dalla giovane tassa, assiste al rito di passaggio suscitando le ire del focoso Cinghio. In mezzo a tutte queste difficoltà riusciranno i due amici a trovare un modo per superare la prova, salvando nel contempo la loro amicizia?

E gli esseri umani vanno temuti o si può instaurare con loro un rapporto di reciproco rispetto?

Voci nel bosco è uno spettacolo itinerante in cui mondi diversi si incontrano e si scontrano. La curiosità prevale sulla paura e permette di instaurare un contatto divertente e coinvolgente.

 


CAPRIE/NOVARETTO – Giardini Scuola Materna / Piazza Europa

Giovedì 29 luglio 2021 >> ore 21.30

ARTEMAKIA

On the road

regia e drammaturgia: Milo Scotton

liberamente ispirato dal libro “On The Road” di Jack Kerouac

 

Cinque personaggi desiderano fuggire, viaggiare o semplicemente scoprire dove li porterà un soffio di vento. Un delicato equilibrio tra circo e teatro crea un intenso sistema tra gesti, acrobazie e musica. Uno spettacolo per emozionare, divertire, il primo passo verso l’inizio di un viaggio.

Lo spettatore assisterà alla trasposizione della realtà in una chiave surreale grazie a piccole pazzie e una dolce poesia, che permette di emozionare e divertire rievocando intimi ricordi con ironia, spensieratezza, divertimento e gioia.

Un universo poetico che coinvolge ed avvolge attraverso gesti tecnici in cui le leggi della gravità risultano sovvertite e trasformate. Un gioco teatrale bizzarro che si intreccia con fili di poesia alle discipline circensi: palo cinese, scala acrobatica, giocoleria, danza acrobatica, discipline aeree, e roue cyr.


VIÙ – Bertesseno

Sabato 31 luglio 2021 >> ore 20.00

Presentazione Studio compagnia under 35

Bando Lo Spettacolo della Montagna 2020

MAIGRET&MAGRITTE

Poveri diavoli!

di e con: Nicolò Piccinni, Isabella Locurcio, Daniel Lascar

in creazione collettiva

 

>> ore 21.30

TEATRO DEGLI ACERBI

Soldato Mulo va alla guerra

con: Massimo Barbero

testo e regia: Patrizia Camatel

 

>> POVERI DIAVOLI!

Dimmi una cosa, amico mio. Danzi mai col diavolo nel pallido plenilunio?

Ci sono luoghi abitati dal silenzio in cui profonde conversazioni hanno luogo, dove si stringono alleanze con entità invisibili.
E nel silenzio, un’aria insolitamente leggera, e negli occhi uno spettacolo grandioso. Un nuovo pensiero: niente è da ammirare tranne l’anima.
– Mamma, mi aiuti a spostare questo sasso ? chiede il diavolo con gli occhi dolci
– Certo cuore mio! risponde lei – tu però in cambio…

>> SOLDATO MULO VA ALLA GUERRA

Durante la Prima Guerra Mondiale accanto agli uomini ha combattuto un esercito di animali. Muli, asini, buoi, cani, cavalli, piccioni vennero utilizzati per le azioni belliche, per lo spostamento di reparti e materiali, per le comunicazioni e il sostentamento delle truppe. La forzata coesistenza di animali di ogni genere con gli uomini avvicinò gli uni agli altri in una tragica fratellanza di fronte alla morte e alla sofferenza. Creature affratellate anche dalla condizione dell’inconsapevolezza.

Giuseppe Zabert, classe 1897, figlio di mezzadri, parte da un paese nell’astigiano – come altri dieci tra fratelli e cugini – per andare a servire la Patria al fronte. Assegnato ad un reparto di artiglieria alpina, ha per compagna la mula Margherita, alter ego animale che stimola domande sull’obbedienza e sul coraggio, sulla capacità di sacrificio, sull’insensatezza delle guerre. Riflessioni che partono da un contesto storico preciso per approdare ad una prospettiva esistenziale e spirituale.


Parco Orsiera Rocciavrè – BUSSOLENO – Pian Cervetto

Per famiglie, bambini e ragazzi dai 6 anni – evento site specific

Domenica 1 agosto 2021 >> ore 16.00 anticipato alle ore 11.00

Appuntamento al rifugio Amprimo, camminata fino alla Borgata di Pian Cervetto.

FABER TEATER

Stagioni in Cammino

testo: Francesco Micca

con: Francesco Micca, Paola Bordignon

Stefano Mancuso, celebre botanico e direttore del Laboratorio di Neurobiologia vegetale, racconta di piante che hanno capacità di apprendere, di trasmettere il sapere alle generazioni successive, di collaborare, di sentire suoni, addirittura di vedere (!). Insomma, che sono esseri viventi più antichi dell’uomo e molto più complessi di quanto normalmente pensiamo. E che pertanto, oltre ad incantarci, possono insegnarci molto. Stimolati dalle sue riflessioni è nato il desiderio di immedesimarsi, e far immedesimare il pubblico, attraverso gli strumenti del teatro, nel mondo delle piante.

Ma cosa pensa un seme? Cosa potrebbe raccontare un fiore? Come sarebbe essere un albero?

 

>> ore 17.30 Rifugio Amprimo:
spaghettata a cura del CAI Uget Bussoleno


Parco Orsiera Rocciavrè – COAZZE Parco Comunale

Per famiglie, bambini e ragazzi dai 6 anni

venerdì 6 agosto 2021 >> ore 16.30

ONDA TEATRO

RodariRoad

In viaggio con Gianni Rodari

di e con: Bobo Nigrone

 

Rodari Road è un viaggio tra le opera più significative di Gianni Rodari, per far conoscere ai bambini di oggi le storie senza tempo di un maestro della letteratura per l’infanzia. Un gigante del ‘900 che, a cent’anni dalla sua nascita, ci sorprende ancora, ci diverte e ci fa pensare.

Dalla Grammatica della fantasia a Marionette in libertà. Filastrocche, storie in rima e pensieri audaci nella forma e nel contenuto. Una visione moderna saldamente ancorata ai principi di libertà, democrazia e progresso. Un gioco che coinvolge i bambini e li porta a viaggiare con Gianni, sulla sua torta, per navigare insieme nel cielo, senza confini, della sua fantasia.

 

Un ringraziamento a Francesca Rizzotti e Antonella Usai


SAN DIDERO – Casaforte

sabato 7 agosto 2021 >> ore 21.30

LUCA MORINO

Bruciavo il legno santo nel deserto salato

con: Luca Morino e Cristian “Junior” Loghitano

Il viaggio è musica, è scambio, è scoperta e avventura.

Il viaggio è la destinazione. Luca Morino suona e racconta di viaggi e resistenze, esperienze di tour e di avventure mistiche: il sound crudo e avvolgente fatto di chitarre e voce, percussioni e un vecchio organo Farfisa. Parole e musica quindi, ma anche alcuni inediti inclusi nel nuovo progetto il cui nome per ora è ancora mantenuto segreto. Ai ritmi lo accompagna il polipesco Cristian “Junior” Loghitano.

In caso di pioggia: Struttura coperta Piazza Europa


CONDOVE – Mocchie Lajetto evento site specific 

domenica 8 agosto 2021 >> ore 18.30 

ONDA TEATRO – PAOLA LOMBARDO ED ENRICO
NEGRO – DUO LOPEZ

Borgata in festa

Evento di teatro, musica e nuovo circo dedicato alle famiglie

 

 

Parole, suoni e movimento per celebrare la Borgata di Lajetto. Artisti e musicisti di differenti compagnie si uniscono per una giornata creativa e colorata.
Una festa insieme a bambini, ragazzi e famiglie nel segno del teatro.

 

 


BAVENO – Sagrato della Chiesa dei SS. Gervaso e Protaso

martedì 10 agosto 2021 >> ore 21.30

NANDO E MAILA

Kalinka

Di e con: Ferdinando D’Andria, Maila Sparapani

Uno spettacolo che, attraverso il clown musicale, esplora la storia di una coppia di artisti ben assortita che ha del Felliniano: lui (Mascherpa) è uno sgangherato impresario-presentatore-spalla, lei (Maila Zirovna) è una non meno pasticciona primadonna venuta-scappata-scacciata, vai a capire, dalla grande tradizione circense della Russia sovietica. Nando e Maila portano in scena una carica ludica e tenera che innerva screzi, frecciate, dispetti e che si arricchisce man mano di poesia. Duettano con contorsionismi musicali esecutivi, quando abbracciati ballano un tango mentre suonano fisarmonica e violino. In KALINKA la musica dal vivo si intreccia con gags, tormentoni, acrobazie aeree e giocolerie. Un viaggio nei personaggi del circo tradizionale, messo in scena attraverso un linguaggio di Circo Contemporaneo.


BAVENO – Sagrato della Chiesa dei SS. Gervaso e Protaso

Sabato 14 agosto 2021 >> ore 21.30 Posti esauriti

FRATELLI OCHNER

OCHNER CIRCUS CABARET

Di e con: Lara Quaglia, Alberto Barbi e Paolo La Torre

Azione scenica e arte del clown sono ingrediente unico e fondamentale della performance. Spaziando tra varie tecniche come giocoleria, equilibrismo, magia, e acrobatica aerea, personaggi stralunati, domatori strampalati, ballerine, pupazzi, giocolieri, equilibristi e maghi si avvicenderanno sulla scena, alternando poesia e comicità in un omaggio al vecchio circo.

Adatto a tutti: adulti e bambini.

 

In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso il Centro Culturale “Nostr@domus”


L’ingresso a tutti gli appuntamenti del festival è libero 

Dal 6 agosto PREPARA IL TUO GREEN PASS (dai 12 anni in su).
TI VERRÀ RICHIESTO PER ACCEDERE ALL’EVENTO.

 

INFO E PRENOTAZIONI

 

info@ondateatro.it

+39 349 3714294

attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 18

e nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima dell’evento